Stemma del Comune di Campegine

RAVVEDIMENTO OPEROSO TRIBUTI LOCALI


ll contribuente che si accorge, preventivamente al controllo d'Ufficio, di non aver provveduto ad effettuare i versamenti richiesti nei termini previsti dalla legge, può versare tardivamente il tributo dovuto applicando una sanzione ridotta e gli interessi moratori con la procedura del “Ravvedimento peroso”.
 
RavvedimentoOperoso-Aggiornato al Decreto Fiscale 2020.
 
Con la conversione in Legge del Decreto Fiscale 2020(pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24/12/2019) viene esteso ai tributi locali il ravvedimento lungo oltre l'anno dopo la scadenza, già disponibile per i tributi erariali.
 
Cosa fare se
 
Nel caso di omesso, parziale, tardivo versamento in presenza di regolare dichiarazione sono possibili le seguenti ipotesi:
 
 -regolarizzazione entro 14 giorni dal termine fissato per il versamento: sanzioni ridotte allo 0,1% (pari ad 1/10 del 1%) per ogni giorno di ritardo e interessi legali calcolati a giorni di ritardo;
 -regolarizzazione dal 15° giorno dal termine fissato per il versamento ed entro 30 giorni dal medesimo termine: sanzioni ridotte al 1,5% (pari ad 1/10 del 15%) e interessi legali calcolati a giorni di ritardo;
 -regolarizzazione oltre il 30° giorno dal termine fissato per il versamento ed entro 90 giorni dal medesimo termine: sanzioni ridotte al 1,67% (pari ad 1/9 del 15%) e interessi legali calcolati a giorni di ritardo;
 -regolarizzazione oltre il 90° giorno dal termine fissato per il versamento ed entro 1 anno dal medesimo termine: sanzioni ridotte al 3,75% (pari ad 1/8 del 30%) e interessi legali calcolati a giorni di ritardo;
 -regolarizzazione oltre 1 anno dal termine fissato per il versamento ed entro 2 anni dal medesimo termine: sanzioni ridotte al 4,29% (pari ad 1/7 del 30%) e interessi legali calcolati a giorni di ritardo;
-regolarizzazione oltre 2 anni dal termine fissato per il versamento: sanzioni ridotte al 5% (pari ad 1/6 del 30%) e interessi legali calcolati a giorni di ritardo.
 
Modalità di pagamento
 
Il versamento deve essere effettuato utilizzando il modello di pagamento F24, indicando l’anno al quale si riferisce il versamento e barrando l’apposito riquadro riservato al ravvedimento. L’imposta dovuta, le sanzioni e gli interessi vanno sommati e versati con lo stesso codice tributo relativo alla tipologia di immobile cui si riferisce il versamento.
 
Come si calcola il ravvedimento operoso per imposta non versata nei termini-
 
-occorre calcolare l’imposta dovuta e non versata alla scadenza prevista dalla normativa;
-calcolo delle sanzioni: le sanzioni vanno determinate sulla base della fattispecie di violazione commessa come indicato più sopra;
-calcolo degli interessi: gli interessi vanno calcolati in funzione dei giorni di ritardo intercorsi dalla data di scadenza della rata IMU in cui doveva essere versata l’imposta alla data del versamento a sanatoria, la percentuale degli interessi è la seguente:

  • 0,5% annuo dal 01/01/2015 al 31/12/2015;
  • 0,2% annuo dal 01/01/2016 al 31/12/2016;
  • 0,1% annuo dal 01/01/2017 al 31/12/2017;
  • 0,3% annuo dal 01/01/2018 al 31/12/2018;
  • 0,8% annuo dal 01/01/2019 al 31/12/2019;
  • 0,05% annuo dal 01/01/2020.
Ultimo aggiornamento: 28/11/20