Salta al contenuto

ISTANZA DI AUTOTUTELA SULL'ACCERTAMENTO DI TRIBUTI COMUNALI

L'AUTOTUTELA e' uno strumento di autocorrezione attraverso il quale l'Ufficio Tributi, qualora si accorga di avere commesso errori nei propri atti, puo' rettificare il proprio operato senza ricorrere al giudice (la Commissione Tributaria).
L'autotutela puo' essere applicata in via autonoma cioe' d'ufficio, oppure su richiesta del cittadino.

La presentazione dell'istanza di autotutela non sospende automaticamente il termine per il pagamento degli atti ne' quello per presentare ricorso alla commissione tributaria (60 giorni dalla notifica dell'atto).

L'ufficio tributi non e' obbligato per legge ad annullare o a rettificare l'atto e nel caso in cui questi rimanga inerte o risponda negativamente all'istanza, si dovra' procedere al ricorso presso il giudice tributario nei termini previsti dalla legge.

L'istanza di autotutela puo' essere presentata anche in pendenza di giudizio e anche nel caso in cui si sia gia' provveduto al pagamento dell'atto di accertamento (in questo caso qualora venisse accolta si avra' diritto al rimborso di quanto indebitamente versato).

Accedere al servizio

Come si fa

- PEC all'indirizzo campegine@cert.provincia.re.it (modulistica firmata con firma digitale oppure modulistica firmata in originale e documento di identita' scansiti)
- invio con posta elettronica ordinaria all'indirizzo tributi@comune.campegine.re.it
(modulistica sottoscritta con firma digitale oppure modulistica firmata in originale e documento d'identita' scansiti)
- spedizione postale - Comune Campegine - P.zza Caduti del Macinato 1 - Campegine RE (modulistica firmata in originale e fotocopia del documento di identita')
- consegna modulistica a mano presso l'Ufficio Tributi del Comune di Campegine

Cosa serve

Requisiti:
L'autotutela puo' essere richiesta qualora l'illegittimita' degli atti derivi da:
- errore di persona o di soggetto passivo
- evidente errore logico o di calcolo
- errore sul presupposto dell'imposta
- doppia imposizione
- prova di pagamenti regolarmente eseguiti
- mancanza di documentazione successivamente presentata
-sussistenza dei requisiti per la fruizione di detrazioni o regimi agevolativi precedentemente negati

Documentazione necessaria:
Modulo di istanza in carta libera contenente l'esposizione sintetica dei fatti e corredata dalla documentazione idonea a dimostrare le tesi sostenute.

Costi e vincoli

Costi

La richiesta di autotutela non prevede nessun costo

Tempi e scadenze

L'autotutela ha carattere discrezionale e in base alla legge l'ufficio non e' obbligato ad accoglierla ne' a formulare risposta al contribuente che la richiede.
Pertanto occorre prestare attenzione a non fare trascorrere i 60 giorni di tempo dalla notifica dell'atto ritenuto illeggittimo per la proposizione del ricorso alla Commissione Tributaria.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

08-08-2022 20:08

Questa pagina ti è stata utile?